Continua  l’attività di monitoraggio della mosca delle olive, una delle più caratterizzanti tra quelle svolte da Assoproli Bari, con la pubblicazione del bollettino n. 16 del 10 novembre 2016, consultabile nella sezione dedicata del sito “Mosca dell’olivo 2017”.

La raccolta delle olive della campagna olearia 2017/2018 in Puglia è ormai in procinto di iniziare e per alcune cultivar (cima di bitonto) è già iniziata in quanto le olive si trovano ormai nella fase di invaiatura. Già da ora è possibile fare delle considerazioni riguardanti qualità e quantità delle olive. La siccità, ovviamente, ha causato dei problemi alla produzione portando ad una diminuzione della quantità di olive, ma solo per gli oliveti non irrigui. Per gli oliveti irrigui, invece, si è avuta una mitigazione del problema. La qualità dell’olio prodotto, invece, rimane intatta, anzi, sarà anche migliore rispetto la scorsa annata, in quanto per la presente campagna olivicola la mosca olearia è stata poco presente grazie alle alte temperature estive (che in taluni casi ha raggiunto i 40°C) le quali hanno  ridotto drasticamente la popolazione dell’insetto, mantenendo le olive sane, caratterizzate da una inolizione ottimale e con oli che si prevede avranno eccellenti caratteristiche chimiche ed organolettiche, con elevato contenuto di polifenoli e bassissima acidità.

Ricordiamo  che  i  tecnici  Assoproli  Bari sono  disponibili presso le  Cooperative associate  per illustrare più dettagliatamente la situazione fitosanitaria in corso e, che per ogni altra eventuale informazione è possibile contattare il numero verde 800609660.

Condividi questo post su: