Risulta doveroso per l’OP Assoproli Bari operante nel settore oleicolo da oltre trent’anni, rivolgere l’attenzione su una tematica ormai di pubblico dominio:  il batterio Xylella fastidiosa. La diffusione e il suo contenimento non interessano solo l’olivicoltura, uno dei rami trainanti dell’economia pugliese, ma anche  il simbolo del nostro territorio e principale richiamo turistico regionale.

Assoproli Bari, pertanto, aggiornerà i suoi olivicoltori e tutti gli interessati sulle evoluzioni circa la diffusione del patogeno da quarantena X. fastidiosa e i provvedimenti presi dalla Regione Puglia in materia di misure fitosanitarie obbligatorie, anche in seguito alle decisioni Ue e alle pubblicazioni dell’Efsa.

Assoproli Bari, nell’ambito del programma di “Miglioramento qualitativo delle produzioni oleicole” – Regg. (UE) 611-615/2014, con il sostegno del Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti (DiSPPA), dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, organizza tre incontri sulle novità in materia di protezione fitosanitaria dalle malattie fungine e batteriche dell’olivo, inclusi gli interventi idonei a contrastare la diffusione di Xylella fastidiosa e contenere il cosiddetto Complesso del Disseccamento Rapido dell’Olivo (CoDiRO).

Per il calendario degli eventi clicca qui

 

Condividi questo post su: