News

E’ in pieno svolgimento l’attività di monitoraggio della mosca delle olive, una delle più caratterizzanti tra quelle svolte da Assoproli Bari. I campi-spia, allestiti su tre zone omogene (Area BAT, Conca Barese e Sud-Est Barese) vengono monitorati settimanalmente da tecnici qualificati al fine di verificare l’andamento della popolazione del patogeno e, quindi, del relativo grado d’infestazione per poi dare indicazioni sulle strategie di lotta e gli eventuali trattamenti fitosanitari in un’ottica di sostenibilità e riduzione dell’impatto ambientale dell’olivicoltura.

Nella sezione dedicata del sito –“Area tecnica”, è consultabile il Bollettino Fitosanitario n. 8 del 13 settembre 2019.

L’attività della mosca delle olive, rilevata nelle tre macroaree, non desta preoccupazione per la maggior parte dei campi monitorati.

L’infestazione attiva è minima e pertanto lontana dalla soglia di intervento ad eccezione di alcune contrade in agro di Capurso e Palo del Colle in cui è stata superata la soglia di intervento.

Strategia di difesa integrata – interventi chimici curativi: Nel caso di superamento della soglia di intervento utilizzare esclusivamente le seguenti sostanze attive: dimetoato, fosmet e acetamiprid secondo le modalità di impiego riportate in etichetta e nel numero massimo di 2 interventi l’anno, indipendentemente dall’avversità da controllare.

Fase fenologica olivo: accrescimento secondario drupe.

Condizioni climatiche: non sono favorevoli all’infestazione.

Ricordiamo che i tecnici Assoproli Bari sono disponibili presso le Cooperative associate per illustrare più dettagliatamente la situazione fitosanitaria in corso e che per ogni altra eventuale informazione è possibile contattare il numero verde 800609660.

 Like

E’ in pieno svolgimento l’attività di monitoraggio della mosca delle olive, una delle più caratterizzanti tra quelle svolte da Assoproli Bari. I campi-spia, allestiti su tre zone omogene (Area BAT, Conca Barese e Sud-Est Barese) vengono monitorati settimanalmente da tecnici qualificati al fine di verificare l’andamento della popolazione del patogeno e, quindi, del relativo grado d’infestazione per poi dare indicazioni sulle strategie di lotta e gli eventuali trattamenti fitosanitari in un’ottica di sostenibilità e riduzione dell’impatto ambientale dell’olivicoltura.

Nella sezione dedicata del sito –“Area tecnica”, è consultabile il Bollettino Fitosanitario n. 7 del 6 settembre 2019.

L’attività della mosca delle olive, rilevata nelle tre macroaree, non desta preoccupazione per la maggior parte dei campi monitorati.

L’infestazione attiva è minima e pertanto lontana dalla soglia di intervento ad eccezione di alcune contrade in agro di Giovinazzo e Palo del Colle in cui è stata superata la soglia di intervento. La soglia di intervento è stata superata anche in una contrada in agro di Bitetto ma solo per cultivar da mensa “Termite di Bitetto”, la quale, essendo da mensa, ha una soglia di intervento bassa.

Strategia di difesa integrata – interventi chimici curativi: Nel caso di superamento della soglia di intervento utilizzare esclusivamente le seguenti sostanze attive: dimetoato, fosmet e acetamiprid secondo le modalità di impiego riportate in etichetta e nel numero massimo di 2 interventi l’anno, indipendentemente dall’avversità da controllare.

Fase fenologica olivo: accrescimento secondario drupe.

Condizioni climatiche: con evoluzione favorevole all’aumento della popolazione del dittero.

Ricordiamo che i tecnici Assoproli Bari sono disponibili presso le Cooperative associate per illustrare più dettagliatamente la situazione fitosanitaria in corso e che per ogni altra eventuale informazione è possibile contattare il numero verde 800609660.

 1

E’ in pieno svolgimento l’attività di monitoraggio della mosca delle olive, una delle più caratterizzanti tra quelle svolte da Assoproli Bari. I campi-spia, allestiti su tre zone omogene (Area BAT, Conca Barese e Sud-Est Barese) vengono monitorarti settimanalmente da tecnici qualificati al fine di verificare l’andamento della popolazione del patogeno e, quindi, del relativo grado d’infestazione per poi dare indicazioni sulle strategie di lotta e gli eventuali trattamenti fitosanitari in un’ottica di sostenibilità e riduzione dell’impatto ambientale dell’olivicoltura.

Nella sezione dedicata del sito –“Area tecnica”, è consultabile il Bollettino Fitosanitario n. 6 del 30 agosto 2019.

L’attività della mosca delle olive, rilevata nelle tre macroaree, non desta preoccupazione fatta eccezione per il campo allestito in Contrada Torricella di Giovinazzo dove l’infestazione è attiva e prossima alla soglia di intervento..

Altra situazione da monitorare attentamente è quella riscontrata nei campi allestiti nel Sud-Est barese e alto Brindisino .

Strategia di difesa integrata – interventi chimici curativi: Nel caso di superamento della soglia di intervento utilizzare esclusivamente le seguenti sostanze attive: dimetoato, fosmet e acetamiprid secondo le modalità di impiego riportate in etichetta e nel numero massimo di 2 interventi l’anno, indipendentemente dall’avversità da controllare.

Fase fenologica olivo:  accrescimento secondario drupe.

Condizioni climatiche: con evoluzione favorevole all’aaumento della popolazione del dittero.

Ricordiamo che i consulenti fitosanitari  Assoproli Bari sono disponibili presso le Cooperative associate per illustrare più dettagliatamente la situazione  in corso e che per ogni altra eventuale informazione è possibile contattare il numero verde 800609660.

 Like

E’ in pieno svolgimento l’attività di monitoraggio della mosca delle olive, una delle più caratterizzanti tra quelle svolte da Assoproli Bari. I campi-spia, allestiti su tre zone omogene (Area BAT, Conca Barese e Sud-Est Barese) vengono monitorarti settimanalmente da tecnici qualificati al fine di verificare l’andamento della popolazione del patogeno e, quindi, del relativo grado d’infestazione per poi dare indicazioni sulle strategie di lotta e gli eventuali trattamenti fitosanitari in un’ottica di sostenibilità e riduzione dell’impatto ambientale dell’olivicoltura.

Nella sezione dedicata del sito –“Area tecnica”, è consultabile il Bollettino Fitosanitario n. 5 del 23 agosto 2019.

L’attività della mosca delle olive, rilevata nelle tre macroaree, non desta preoccupazione per la maggior parte dei campi monitorati.

L’infestazione attiva è minima e pertanto lontana dalla soglia di intervento ad eccezione di una contrada in agro di Castellana Grotte in cui è stata superata la soglia di intervento

Strategia di difesa integrata – interventi chimici curativi: Nel caso di superamento della soglia di intervento utilizzare esclusivamente le seguenti sostanze attive: dimetoato, fosmet e acetamiprid secondo le modalità di impiego riportate in etichetta e nel numero massimo di 2 interventi l’anno, indipendentemente dall’avversità da controllare.

Fase fenologica olivo: accrescimento secondario drupe.

Condizioni climatiche: non sono favorevoli all’infestazione

Ricordiamo che i tecnici Assoproli Bari sono disponibili presso le Cooperative associate per illustrare più dettagliatamente la situazione fitosanitaria in corso e che per ogni altra eventuale informazione è possibile contattare il numero verde 800609660.

 1

E’ in pieno svolgimento l’attività di monitoraggio della mosca delle olive, una delle più caratterizzanti tra quelle svolte da Assoproli Bari. I campi-spia, allestiti su tre zone omogene (Area BAT, Conca Barese e Sud-Est Barese) vengono monitorarti settimanalmente da tecnici qualificati al fine di verificare l’andamento della popolazione del patogeno e, quindi, del relativo grado d’infestazione per poi dare indicazioni sulle strategie di lotta e gli eventuali trattamenti fitosanitari in un’ottica di sostenibilità e riduzione dell’impatto ambientale dell’olivicoltura.

Nella sezione dedicata del sito –“Area tecnica”, è consultabile il Bollettino Fitosanitario n. 3 del 2 agosto 2019.

L’attività della mosca delle olive, rilevata nelle tre macroaree, non desta preoccupazione per la maggior parte dei campi monitorati.

L’infestazione attiva è minima e pertanto lontana dalla soglia di intervento. Tuttavia in agro di Bitetto, solo per gli oliveti di Termite di Bitetto, è stata raggiunta la soglia di infestazione per le olive da tavola, che è pari all’1%.

Strategia di difesa integrata – interventi chimici curativi: Nel caso di superamento della soglia di intervento utilizzare esclusivamente le seguenti sostanze attive: dimetoato, fosmet e acetamiprid secondo le modalità di impiego riportate in etichetta e nel numero massimo di 2 interventi l’anno, indipendentemente dall’avversità da controllare.

Fase fenologica olivo: accrescimento secondario drupe.

Condizioni climatiche: non sono favorevoli all’infestazione

Ricordiamo che i tecnici Assoproli Bari sono disponibili presso le Cooperative associate per illustrare più dettagliatamente la situazione fitosanitaria in corso e che per ogni altra eventuale informazione è possibile contattare il numero verde 800609660.

 1

E’ in pieno svolgimento l’attività di monitoraggio della mosca delle olive, una delle più caratterizzanti tra quelle svolte da Assoproli Bari. I campi-spia, allestiti su tre zone omogene (Area BAT, Conca Barese e Sud-Est Barese) vengono monitorarti settimanalmente da tecnici qualificati al fine di verificare l’andamento della popolazione del patogeno e, quindi, del relativo grado d’infestazione per poi dare indicazioni sulle strategie di lotta e gli eventuali trattamenti fitosanitari in un’ottica di sostenibilità e riduzione dell’impatto ambientale dell’olivicoltura.

Nella sezione dedicata del sito –“Area tecnica”, è consultabile il Bollettino Fitosanitario n. 2 del 26 luglio 2019.

L’attività della mosca delle olive, rilevata nelle tre macroaree, non desta preoccupazione per la maggior parte dei campi monitorati.

L’infestazione attiva è minima e pertanto lontana dalla soglia di intervento ad eccezione di alcuni campi monitorati in agro di Bitonto (alla contrada Cicereale), in agro di giovinazzo (alla contrada Torricella) e in agro di Capurso (alla contrada Torre Dottula) in cui è stata superata la soglia di intervento.

Strategia di difesa integrata – interventi chimici curativi: Nel caso di superamento della soglia di intervento utilizzare esclusivamente le seguenti sostanze attive: dimetoato, fosmet e acetamiprid secondo le modalità di impiego riportate in etichetta e nel numero massimo di 2 interventi l’anno, indipendentemente dall’avversità da controllare.

Fase fenologica olivo: accrescimento secondario drupe.

Condizioni climatiche: non sono favorevoli all’infestazione

Ricordiamo che i tecnici Assoproli Bari sono disponibili presso le Cooperative associate per illustrare più dettagliatamente la situazione fitosanitaria in corso e che per ogni altra eventuale informazione è possibile contattare il numero verde 800609660.

 Like

E’ in pieno svolgimento il monitoraggio della mosca delle olive, una delle più caratterizzanti tra le numerose attività tecniche svolte da Assoproli Bari. I campi, allestiti su tre comprensori (Area BAT, Conca Barese e Sud-Est Barese) vengono monitorati settimanalmente da consulenti tecnici qualificati al fine di verificare l’andamento della popolazione del patogeno e, quindi, il relativo grado d’infestazione per poi dare indicazioni circa l’esecuzione giustificata di eventuali trattamenti fitosanitari al superamento della soglia d’intervento individuata, il tutto in un’ottica di sostenibilità e riduzione dell’impatto ambientale dell’olivicoltura.

Nella sezione dedicata del sito “Area tecnica”, è consultabile il Bollettino Fitosanitario n. 1 del 19 luglio 2019 secondo il percorso http://assoproli.it/bollettini-fitosanitari/misura-2-c-2019/

Preme sottolineare che quanto restituito dal bollettino fitosanitario scaturisce dalle risultanze raccolte presso i numerosi campi coinvolti nell’osservazione e riporta, ovviamente, dati riassuntivi elaborati tramite un algoritmo che tiene in debito conto sia delle catture che dell’infestazione attiva rilevate rispettivamente sulle trappole installate e attraverso la disamina dei campioni di drupe fatta al microscopio stereoscopio.

Pertanto, per avere un quadro più dettagliato della situazione fitosanitaria in corso, si invitano gli olivicoltori soci Assoproli Bari e tutti gli interessati a contattare i nostri consulenti tecnici, disponibili presso le Cooperative olivicole associate.

Per ogni altra eventuale informazione è possibile chiamare il numero verde 800609660.

 Like

Il giorno 8 luglio 2019  presso l’Oleificio Cima di Bitonto, con inizio alle ore 17:00, si svolgerà una giornata informativa sui limiti massimi degli agro farmaci in olivicoltura in applicazione del Reg. UE 2018/686 del 5/12/2018.

Nello specifico si affronterà la tematica legata alla contaminazione delle partite di olio prodototo e la gestione complessiva della filiera olivicolo-olearia dal punto di vista della più corretta strategia fitosanitaria al fine di evitare l’utilizzo irrazionale di prodotti non autorizzati sulla coltura olivo o, ancor di più, non registrati che  possano costituire una serie minaccia per la salute del consumatore finale e anche dell’operatore professionale durante il trattamento della miscela fitoiatria e, cosa non meno trascurabile, seri problemi di commercializzazione del prodotto.

L’ingresso è libero.

Clicca qui per la locandina

 Like

Dal 7 marzo al 29 marzo 2019 Assoproli Bari organizza, presso le principali strutture cooperative associate, 8 incontri diretti a fornire valide indicazioni sulla prevenzione della diffusione della Xylella fastidiosa attraverso la gestione sostenibile delle infestanti nell’oliveto e sugli interventi per favorire il recupero degli oliveti compromessi dal gelo. L’ultimo incontro, invece, sarà dedicato al ruolo delle O.P. nel contrasto efficace alla Xylella fastidiosa e nel rilancio dell’economia pugliese. Operazioni , che interessando le cosiddette buone pratiche agricole, permettono di garantire la salvaguardia dell’ambiente per una moderna olivicoltura sostenibile. Assoproli Bari, inoltre, al fine di ribadire il suo continuo contributo al miglioramento della qualità della produzione di olio di oliva, affronterà tali questioni partendo direttamente dal campo: infatti, solo con una corretta conduzione dell’oliveto è possibile produrre materia prima di qualità e ottenere oli vergini eccellenti.

Le giornate informative vedranno impegnati i massimi esperti del settore, individuati nei più importanti enti e istituzioni locali. SI ricorda che sono del tutto gratuite ed hanno inizio tutte alle ore 16,30 come meglio specificato nell’allegata locandina.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito assoproli.it o chiamare il numero verde gratuito 800609660 dalle ore 9,00 alle ore 17,00.

Clicca qui per la locandina

 Like

Avvertenza: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, all’installazione di tutti o di alcuni cookie, si veda l’informativa sui cookie Vai alla informativa sui cookie

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close