Assoproli Bari

Profile page

About claudiapinto

  • Email: pinto@assolavorobari.it
  • Nice Name: claudiapinto
  • Website:
  • Registered On :2016-11-15 07:31:09
  • Logged in as: claudiapinto

claudiapinto Messages

http://assoproli.it/wp-content/uploads/2019/03/news-sito_assoproli-ANDRIA-02-1.pngA partire dal 25 marzo p.v., parte un nuovo corso tecnico per assaggiatori di oli di oliva vergini presso la sede secondaria di Assoproli Bari in Andria sita in Via Murge n. 57. Sei le giornate previste, dal 25 al 30 marzo, con orario dalle 15:00 alle 21:00 tranne il giorno 30 con orario dalle 8:30 alle 13:30.

Il corso è organizzato ai sensi dell’Allegato XII del Reg. CE n. 2568/91 e dell’art. 2 D.Mipaaf 18/06/2014 G.U. Repubblica Italiana n. 199 del 28/08/2014. Le lezioni di assaggio sono a cura di Capi Panel riconosciuti ed iscritti all’Albo Nazionale secondo il metodo previsto dal predetto Regolamento Comunitario.

Vi ricordiamo che superando questo corso, detto anche di primo livello, si può accedere al secondo livello (20 sedute ufficiali di assaggio).

Sono aperte le iscrizioni! Info tel. 0805534041 mail.: amministrazione@assolavorobari.it

Clicca qui per la locandina

Clicca qui per la scheda di iscrizione

 

 Like

Qu.Al.E.olio è l’acronimo di un progetto di ricerca e sperimentazione in agricoltura nato dalla collaborazione tra la sezione di Scienze e Tecnologie Alimentari del Dipartimento di Scienze del Suolo della Pianta e degli Alimenti – DiSSPA dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, la società consortile “Oliveti d’Italia SCPA” e la cooperativa agricola “ASSO.PR.OLI. Bari”.

Il progetto mira sia alla mappatura del contenuto di alchil-esteri negli oli extra vergini di oliva pugliesi sia all’individuazione delle variabili determinanti la loro formazione, considerando tre delle più diffuse cultivar pugliesi, al fine di tutelare la qualità e la genuinità degli oli extra vergini di oliva, contribuendo quindi alla loro valorizzazione commerciale.

Gli alchil-esteri (esteri metilici ed etilici degli acidi grassi, rispettivamente MEAG e EEAG) hanno maggiore possibilità di formarsi a seguito dei processi di degradazione e fermentazione in olive di bassa qualità, destinate quindi a dare oli di oliva vergini lampanti o comunque con difetti sensoriali, che possono essere semplicemente surmature, danneggiate o mal conservate prima di essere trasformate.

Limitare la loro presenza negli oli extra vergini di oliva vuol dire offrire al consumatore finale oli di qualità chimica e sensoriale decisamente più elevata.

Nel Regolamento (UE) n. 61/2011, la determinazione dei livelli di alchil-esteri negli oli vergini di oliva è stata introdotta come metodologia ufficiale di analisi, per stabilire dei limiti per la categoria commerciale dell’olio extra vergine di oliva. Successivamente con il Regolamento UE n. 1348/2013 i limiti di legge sono stati previsti solo per il contenuto di EEAG.

Il sistema olivicolo pugliese è caratterizzato da sistemi colturali, pratiche di raccolta e trasformazione molto diversi tra loro, quindi si è ritenuto necessario approfondire quanto i livelli di alchil-esteri degli oli fossero influenzati da variabili quali la cultivar, il grado di maturazione delle olive ed il tempo di conservazione delle stesse, la tecnologia di trasformazione, le modalità di conservazione dell’olio.

Inoltre, è stata affrontata un’altra problematica che ha investito il settore oleario, quella relativa alla presenza negli oli d’oliva di idrocarburi alifatici saturi (MOSH, Mineral Oil Saturated Hydrocarbons) e idrocarburi aromatici (MOAH, Mineral Oil Aromatic Hydrocarbons), dei quali è nota la tossicità. É stato, quindi, monitorato il loro contenuto in oli extra vergini di oliva provenienti da frantoi e aerali geografici differenti.

Le risultanze di tale ricerca saranno presentate in due giornate diverse, con ingresso libero, nei giorni 18 febbraio alle ore 16:30 presso la sala convegni di Assoproli Bari a Andria, ed il giorno 26 febbraio alle ore 15:30 presso l’ex Facoltà di Agraria a Bari.

Clicca qui per la locandina del 18 febbraio

Clicca qui per la locandina del 26 febbraio

 

 

 

 Like

Martedì 18 dicembre 2018, a Capurso, alle ore 17:00 presso l’Oleificio Cooperativo Coltivatori Diretti di Capurso, Assoproli Bari organizza un corso di avvicinamento all’assaggio professionale degli oli vergini di oliva.
Questo tipo di corso nasce con una duplice finalità:
da un lato fornire ai partecipanti nozioni generali sull’ olio Extra Vergine di Oliva partendo dalla coltivazione, percorrendo se pur brevemente ciascuna fase di produzione, e raggiungendo per ultimo l’assaggio;
dall’altro lato destare curiosità verso questo prodotto con l’obiettivo di invogliare ad approfondire le tematiche affrontate partecipando ad un corso più completo e strutturato.
Il programma affronterà in modo sintetico argomenti concernenti l’olio extra vergine di oliva, come ad esempio tempi e tecniche di raccolta, le cultivar, la classificazione merceologica, le caratteristiche chimiche, le analisi dei difetti e tanto altro ancora.
Il modulo pratico di assaggio consisterà in assaggi oli extra vergini di oliva esenti da difetti organolettici e campioni rappresentativi di prodotti con i difetti più comuni. Questo per permettere ai partecipanti di riconoscere in modo autonomo un campione con difetti da un campione esente da difetti.
Alla fine del corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Scarica la scheda di iscrizione

 Like

Parte un nuovo corso tecnico per assaggiatori di oli di oliva vergini. Vi aspettiamo presso “Masseria Barone Melodia” in Via Olivetti n. 16 a Molfetta (BA) nei giorni 10-11-12-13-14-17 dicembre 2018, tutti i giorni con orario dalle 15:00 alle 21:00.

Il corso è organizzato ai sensi dell’Allegato XII del Reg. CE n. 2568/91 e dell’art. 2 D.Mipaaf 18/06/2014 G.U. Repubblica Italiana n. 199 del 28/08/2014. Le lezioni di assaggio sono a cura di Capi Panel riconosciuti ed iscritti all’Albo Nazionale secondo il metodo previsto dal predetto Regolamento Comunitario.

Vi ricordiamo che superando questo corso, detto anche di primo livello, si può accedere al secondo livello (20 sedute ufficiali di assaggio).

Sono aperte le iscrizioni! Info tel. 0805534041 mail.: amministrazione@assolavorobari.it

 

Clicca qui per la locandina

Clicca qui per  la scheda di iscrizione

 

 

 

 Like

Continua il monitoraggio della mosca delle olive, una delle più caratterizzanti tra le numerose attività tecniche svolte da Assoproli Bari. I campi, allestiti su tre comprensori (Area BAT, Conca Barese e Sud-Est Barese) vengono monitorati settimanalmente da consulenti tecnici qualificati al fine di verificare l’andamento della popolazione del patogeno e, quindi, il relativo grado d’infestazione per poi dare indicazioni circa l’esecuzione giustificata di eventuali trattamenti fitosanitari al superamento della soglia d’intervento individuata, il tutto in un’ottica di sostenibilità e riduzione dell’impatto ambientale dell’olivicoltura.

Nella sezione dedicata del sito “Area tecnica”, è consultabile il Bollettino Fitosanitario n. 14 del 12 ottobre 2018 secondo il percorso http://assoproli.it/bollettini-fitosanitari/misura-2-c/

Preme sottolineare che quanto restituito dal bollettino fitosanitario scaturisce dalle risultanze raccolte presso i numerosi campi coinvolti nell’osservazione e riporta, ovviamente, dati riassuntivi elaborati tramite un algoritmo che tiene in debito conto sia delle catture che dell’infestazione attiva rilevate rispettivamente sulle trappole installate e attraverso la disamina dei campioni di drupe fatta al microscopio stereoscopio.

Pertanto, per avere un quadro più dettagliato della situazione fitosanitaria in corso, si invitano gli olivicoltori soci Assoproli Bari e tutti gli interessati a contattare i nostri consulenti tecnici, disponibili presso le Cooperative olivicole associate.

Per ogni altra eventuale informazione è possibile chiamare il numero verde 800609660.

 Like

Continua il monitoraggio della mosca delle olive, una delle più caratterizzanti tra le numerose attività tecniche svolte da Assoproli Bari. I campi, allestiti su tre comprensori (Area BAT, Conca Barese e Sud-Est Barese) vengono monitorati settimanalmente da consulenti tecnici qualificati al fine di verificare l’andamento della popolazione del patogeno e, quindi, il relativo grado d’infestazione per poi dare indicazioni circa l’esecuzione giustificata di eventuali trattamenti fitosanitari al superamento della soglia d’intervento individuata, il tutto in un’ottica di sostenibilità e riduzione dell’impatto ambientale dell’olivicoltura.

Nella sezione dedicata del sito “Area tecnica”, è consultabile il Bollettino Fitosanitario n. 13 del 5 ottobre 2018 secondo il percorso http://assoproli.it/bollettini-fitosanitari/misura-2-c/

Preme sottolineare che quanto restituito dal bollettino fitosanitario scaturisce dalle risultanze raccolte presso i numerosi campi coinvolti nell’osservazione e riporta, ovviamente, dati riassuntivi elaborati tramite un algoritmo che tiene in debito conto sia delle catture che dell’infestazione attiva rilevate rispettivamente sulle trappole installate e attraverso la disamina dei campioni di drupe fatta al microscopio stereoscopio.

Pertanto, per avere un quadro più dettagliato della situazione fitosanitaria in corso, si invitano gli olivicoltori soci Assoproli Bari e tutti gli interessati a contattare i nostri consulenti tecnici, disponibili presso le Cooperative olivicole associate.

Per ogni altra eventuale informazione è possibile chiamare il numero verde 800609660.

 Like

Continua il monitoraggio della mosca delle olive, una delle più caratterizzanti tra le numerose attività tecniche svolte da Assoproli Bari. I campi, allestiti su tre comprensori (Area BAT, Conca Barese e Sud-Est Barese) vengono monitorati settimanalmente da consulenti tecnici qualificati al fine di verificare l’andamento della popolazione del patogeno e, quindi, il relativo grado d’infestazione per poi dare indicazioni circa l’esecuzione giustificata di eventuali trattamenti fitosanitari al superamento della soglia d’intervento individuata, il tutto in un’ottica di sostenibilità e riduzione dell’impatto ambientale dell’olivicoltura.

Nella sezione dedicata del sito “Area tecnica”, è consultabile il Bollettino Fitosanitario n. 12 del 28 settembre 2018 secondo il percorso http://assoproli.it/bollettini-fitosanitari/misura-2-c/

Preme sottolineare che quanto restituito dal bollettino fitosanitario scaturisce dalle risultanze raccolte presso i numerosi campi coinvolti nell’osservazione e riporta, ovviamente, dati riassuntivi elaborati tramite un algoritmo che tiene in debito conto sia delle catture che dell’infestazione attiva rilevate rispettivamente sulle trappole installate e attraverso la disamina dei campioni di drupe fatta al microscopio stereoscopio.

Pertanto, per avere un quadro più dettagliato della situazione fitosanitaria in corso, si invitano gli olivicoltori soci Assoproli Bari e tutti gli interessati a contattare i nostri consulenti tecnici, disponibili presso le Cooperative olivicole associate.

Per ogni altra eventuale informazione è possibile chiamare il numero verde 800609660.

 Like

Continua il monitoraggio della mosca delle olive, una delle più caratterizzanti tra le numerose attività tecniche svolte da Assoproli Bari. I campi, allestiti su tre comprensori (Area BAT, Conca Barese e Sud-Est Barese) vengono monitorati settimanalmente da consulenti tecnici qualificati al fine di verificare l’andamento della popolazione del patogeno e, quindi, il relativo grado d’infestazione per poi dare indicazioni circa l’esecuzione giustificata di eventuali trattamenti fitosanitari al superamento della soglia d’intervento individuata, il tutto in un’ottica di sostenibilità e riduzione dell’impatto ambientale dell’olivicoltura.

Nella sezione dedicata del sito “Area tecnica”, è consultabile il Bollettino Fitosanitario n. 7 del 24 agosto 2018 secondo il percorso http://assoproli.it/bollettini-fitosanitari/misura-2-c/

Preme sottolineare che quanto restituito dal bollettino fitosanitario scaturisce dalle risultanze raccolte presso i numerosi campi coinvolti nell’osservazione e riporta, ovviamente, dati riassuntivi elaborati tramite un algoritmo che tiene in debito conto sia delle catture che dell’infestazione attiva rilevate rispettivamente sulle trappole installate e attraverso la disamina dei campioni di drupe fatta al microscopio stereoscopio.

Pertanto, per avere un quadro più dettagliato della situazione fitosanitaria in corso, si invitano gli olivicoltori soci Assoproli Bari e tutti gli interessati a contattare i nostri consulenti tecnici, disponibili presso le Cooperative olivicole associate.

Per ogni altra eventuale informazione è possibile chiamare il numero verde 800609660.

 Like

Cos’è la cultivar Fs-17? È una cultivar tutta italiana denominata “La Favolosa” e si distingue per l’attitudine a produrre olio di qualità, ricco di sostanze volatili, “profumi” con sentori di erbaceo e fruttato gradevole che fanno percepire immediatamente la ricchezza dei polifenoli. Assoproli Bari, giovedì 6 settembre, organizza una giornata di approfondimento per far conoscere ai produttori olivicoli ed agli addetti ai lavori, le nuove tecniche di produzione, raccolta e trasformazione di questa preziosa Cultivar.

Il programma prevede una visita guidata del vivaio e degli impianti di Fs-17 negli agri di Bitonto, Ruvo di Puglia e Andria. Il tutto con il supporto tecnico di un team composto dai maggiori esperti nel settore.

Maggiori informazioni potranno essere richieste chiamando il numero telefonico 0805534041 con orario 9:00-17:00 dal lunedì al venerdì.

Clicca qui per il programma

Clicca qui per la scheda di adesione

 Like

Sarà l’Oleificio Cooperativo Cima di Bitonto ad ospitare il Corso di Alta Specializzazione per Tecnici Oleari che si terrà il prossimo 3 agosto. Il corso, che ha già raggiunto il numero massimo dei partecipanti ammissibili, è organizzato da ASSOPROLI Bari e rientra nell’ambito delle attività previste dai Regg. (UE) 611-615/2014 e s.m.i. – I annualità, ha come finalità la formazione degli addetti ai lavori per il miglioramento della qualità dell’olio extra vergine di oliva e la salvaguardia delle produzioni del territorio.

Durante la sessione formativa verranno affrontate le problematiche che possono manifestarsi durante il processo di estrazione e stoccaggio dell’olio dal conferimento delle olive al confezionamento del prodotto finito e che possono pregiudicarne la qualità da un punto di vista principalmente organolettico.

Attraverso la messa a disposizione dei macchinari del frantoio, che in tale occasione saranno anche smontati per permettere di capirne il funzionamento, e il diretto confronto tra le non corrette tecniche di frantoio e i difetti riscontrabili nell’olio, i partecipanti potranno essere addestrati sul controllo qualità diretto ed immediato, fondamentale per intraprendere azioni correttive mirate.

Durante il corso verranno considerati anche gli aspetti fisico chimici degli oli di qualità e di quelli difettosi, con relativo assaggio di oli che presentano difetti correlabili alle problematiche riscontrabili durante il processo di produzione in frantoio.

Il corso, per le sue caratteristiche, è diretto a tecnici oleari di frantoio e dottori agronomi/tecnologi alimentari impegnati nel settore oleario e con elevata esperienza.

La giornata di studio vedrà come relatori: Giorgio Mori – esperto Macchine Olearie, Giovanni Martellini – Responsabile Qualità Oliveti d’Italia Scpa, nonché Capo Panel di Assoproli Bari e Angela Sgaramella – Responsabile del Laboratorio di Analisi Accreditato Assoproli Bari.

 Like

Avvertenza: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, all’installazione di tutti o di alcuni cookie, si veda l’informativa sui cookie Vai alla informativa sui cookie

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close