Lotta alla mosca dell’olivo

La mosca dell’olivo

La Bactrocera oleae, comunemente detta mosca dell’olivo, è un parassita attivo soprattutto a settembre quando le temperature medie si aggirano intorno ai 24-27°.
Rappresenta una minaccia reale per la produzione olivicola perché la puntura della mosca sull’oliva ne determina il danneggiamento olfattivo e qualitativo, causando il difetto di verme dettato dalle larve di mosca che scavano gallerie all’interno del frutto per nutrirsi della polpa.
Il contrasto alla mosca dell’olivo passa dalla innovazione tecnologica, nella costante ricerca di tecniche alternative alla lotta chimica, visto il sempre più risicato panorama di insetticidi autorizzati, ritenuti pericolosamente nocivi per la salute umana e dell’ambiente.

L’impegno di Assoproli Bari

In questa nuova programmazione, Assoproli Bari ha realizzato numerosissime attività di dimostrazione pratica al fine di dare la possibilità al maggior numero possibile di olivicoltori soci di raggiungere i campi dimostrativi nonché di verificare l’efficacia delle strategie di lotta individuate in situazioni agroambientali diverse.
14 strutture cooperative aderenti al programma, 27 comuni interessati, 40 aziende presso cui sono stati allestiti altrettanti campi-osservazione per una superficie olivetata complessiva superiore ai 100 ettari, caratterizzati da peculiarità agronomiche rappresentative di quelle tipiche degli areali di appartenenza: i numeri descrivono una attività capillare ed estremamente efficace.
Gli strumenti scelti per il contrasto al parassita sono le reti di impedimento che esplicano una protezione meccanica della chioma e quindi delle olive. Attivando il progetto di osservazione dell’andamento stagionale della mosca delle olive, inoltre, si sono monitorati anche i parametri climatici che più influenzano la pressione demografica, quindi l’infestazione del dittero.
Il tutto è stato reso disponibile attraverso l’uso di un sistema informativo allo scopo dedicato (FitoNews) dove tutte le rilevazioni periodiche registrate hanno consentito l’emissione in tempo reale di bollettini fitosanitari a cadenza settimanale che, prontamente, sono stati pubblicati a mezzo internet e affissi nelle cooperative aderenti al programma assieme ad un sistema di allerte tramite sms, inviati agli olivicoltori soci di Assoproli Bari, anagrafati nel sistema.

>Scopri gli interventi per la salvaguardia dell’agroecosistema locale
>Scopri gli interventi per l’implementazione delle buone pratiche
>Scopri gli interventi per l’attivazione di tecniche agronomiche innovative

Avvertenza: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, all’installazione di tutti o di alcuni cookie, si veda l’informativa sui cookie Vai alla informativa sui cookie

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close